Troppi carichi di lavoro per il personale di due cliniche, la Cisl chiede soluzioni immediate

L’organizzazione sindacale ha annunciato che, in mancanza di un immediato e proficuo confronto con gli amministratori delle cliniche, non esclude una forte azione di protesta

Restano ancora prive di una concreta soluzione le vertenze relative ai pesanti carichi di lavoro ed i turni massacranti cui è sottoposto il personale sanitario in servizio presso le Case di Cura “Villa Salus” e “Villa Mauritius”, oltre ai trasferimenti di “ausiliari” da una struttura all’altra”. A ribadirlo sono il segretario generale della Cisl Fp Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi e il responsabile del Dipartimento Sanità Privata della Cisl Fp Ragusa Siracusa, Nuccio Miceli che hanno segnalato l’assenza di una soluzione condivisa negli incontri fin qui convocati con gli amministratori delle cliniche.

Nonostante la Cisl Fp Ragusa Siracusa abbia formalmente, in più occasioni, posto in evidenza degli amministratori delle cliniche – hanno sottolineato Passanisi e Miceli – la necessità di affrontare le problematiche relative ai lavoratori che erogano servizi in tali strutture, convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale per la gestione anche di posti letto pubblici, negli incontri sinora tenutisi le questioni non sono mai state oggetto di effettivo trattamento per concordare una soluzione”.

La Cisl Fp Ragusa Siracusa, ha annunciato che, in mancanza di un immediato e proficuo confronto con gli amministratori delle cliniche, non esclude una forte azione di protesta. “Queste le motivazioni – hanno concluso Passanisi e Miceli – che già da qualche mese ci avevano spinto a richiedere un tavolo di raffreddamento all’Ispettorato del Lavoro di Siracusa, reiterato in questi giorni per mancanza di convocazione e che, così proseguendo, determineranno le consequenziali azioni di lotta per la salvaguardia dei diritti dei lavoratori da parte della nostra organizzazione sindacale”.